Jona's Blues Band

 

 


Gianni Franchi

Gianni Franchi nasce a Roma negli anni 60. Bassista autodidatta, inizia giovanissimo ad appassionarsi di musica rock grazie ai dischi del fratello piu' grande. Presto comincia ad interessarsi alle  radici di questa musica scoprendo così Muddy Waters e Willie Dixon, artsti di cui diventa un grande conoscitore ed appassionato. Dopo varie esperienze in gruppi punk rock decide insieme al cugino Luca Casagrande (chitarra ) di dedicarsi anima e corpo alla musica blues fondando nel 1985 la Jona's Blues Band. Approfondisce sui libri la sua cultura del blues e della musica nera, suona con il gruppo romano di Chicago blues The Hardboilers con cui accompagna la cantante Deitra Farr, Herbie Goins, ed ha occasione anche di suonare con Louisiana Red in un festival blues in Sicilia. Si esibisce per due volte a Pistoia Blues, nel 1994 con la Jona's e nel 1995 con gli Hardboilers. Collabora con vari artisti come Max Manganelli, Harold Bradley, Chicago Beau, Claudio Maffei, Claudia Marss, James Thompson, Eric Daniel, Lino Muoio, Mario insenga. Con Marco Meucci (piano e voce dei Red Wagons) e Mario Donatone (piano e voce Mandolin Blues) mette su la formazione dei Double Keys, inedito gruppo con due pianisti che si dedica ai classici del boogie woogie, Ray Charles, Dr John. Nel 2015 organizza insieme ad altri artisti il Tributo al bluesman Roberto Ciotti, appena scomparso, al teatro Palladium, in questa occasione ha il piacere di suonare anche con Roberto Gatto, Stefano Tavernese e come bassista dei Blue Stuff. Nel 2016 organizza il concerto di addio ad Herbie Goins con cui era legato da una grande amicizia e collaborazione. Da questa serata nasce la rassegna L'asino in Blues a lui dedicata. In questa rassegna ha l'occasione di suonare con artisti come Paul Jones (Manfred Mann, the Blues band), Umberto Porcaro, Marko Balland, PG Petricca, Sarah Jane Olog. Collabora inoltre da molti anni con il sito web di cultura blues Spaghetti&Blues per cui ha realizzato interviste con artisti e personaggi internazionali come il producer Mike Vernon, oltre ad articoli di approfondimento e recensioni di concerti. I suoi bassisti preferiti sono: Willie Dixon, James Jamerson jr, Donald Duck Dunn, Jaco Pastorius, Larry Fulcher (Taj Mahal), Jack Meyers, Larry Taylor.